Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_losangeles

Giornata della Memoria 2014. Commosso ricordo delle 8.000 vittime italiane. A Gertrude Goetz il premio “Mi ricordo…I remember” (27 gennaio 2014)

Data:

28/01/2014


Giornata della Memoria 2014. Commosso ricordo delle 8.000 vittime italiane. A Gertrude Goetz il premio “Mi ricordo…I remember” (27 gennaio 2014)
Il 27 gennaio - anniversario della liberazione di Auschwitz-Birkenau – Los Angerles ha celebrato la Giornata della Memoria, istituita nel 2000 per onorare gli ebrei italiani vittime dell'Olocausto, con la lettura pubblica dei nomi degli ottomila deportati durante la  Seconta Guerra Mondiale. Sei scuole superiori – tre cattoliche e tre ebraiche – l’Istituto Italiano di Cultura ed il Museo dell’Olocausto di Los Angeles hanno ospitato le commoventi cerimonie che hanno riscontrato una folta partecipazione.
 "Abbiamo voluto “personalizzare” le vittime e i sopravvissuti fornendo, per alcuni nominativi, dei cenni biografici che, nella loro brevita’ ed immediatezza, hanno sottolineato l’atrocita’ della distruzione sistematica di tanti esseri umani in nome dell’odio razziale," ha detto il Console Generale di Los Angeles, Giuseppe Perrone. 
Altro momento toccante delle commemorazioni e’ stata la consegna da parte del Console Generale alla scrittrice Gertrude Goetz, del premio “Mi ricordo.... I remember” giunto alla seconda edizione. La signora Goetz e’ l’autrice di “Memories of Kindness: Growing up in War Torn Europe” in cui ricorda la generosita’ degli abitanti di Castilenti, un piccolo centro abruzzese,  che accolsero lei (aveva all’epoca otto anni) ed i suoi genitori fuggiti dall’Austria aiutandoli a sopravvivere e sfuggire – in nome di un senso di umanita’ che non conosce distinzioni - ai nazifascisti. Nell’accettare il premio la signora Goetz ha sottolineato come tra gli orrori di quel periodo in cui morte e disperata paura si rincorrevano, la gentilezza d’animo e bonta’ offerta da sconosciuti ai piedi del Gran Sasso abbiano offerto salvezza emotiva oltre che sopravvivenza fisica e la sua infinita gratitudine verso l’Italia e in particolare verso gli abitanti di Castilenti.
Creato come riconoscimento a quanti operano per mantenere viva la memoria dell’Olocausto ed a rafforzare i legami tra la comunita’ ebraica di Los Angeles e l’Italia, il premio e’ stato consegnato venerdi’ 24 durante una tradizionale celebrazione dello Shabat.


Giornata della memoria




Giornata della memoria 2014



391